mercoledì , 24 maggio 2017
Home / Chi siamo / Cosa abbiamo fatto

Cosa abbiamo fatto

Oltre vent’anni di intensa attività mirata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della famiglia, a sollecitare la partecipazione delle famiglie alle attività associative, a formulare proposte concrete su cui far convergere le istituzioni.

La prima uscita pubblica è stata, il 5 novembre 1993, un seminario per la presentazione del cartello delle associazioni familiari e delle loro richieste. Da quel seminario è nato il primo dei libri curati dal Forum: “Cittadinanza della famiglia in Italia”.

12 aprile 1995: la “vertenza famiglia” aperta dal Forum sfocia in una Petizione al Parlamento che raccoglie un milione e mezzo di firme.

Dal 1996 il Forum interloquisce stabilmente con governo, Parlamento e partiti politici e partecipa, con ruolo istituzionale, ai tavoli di consultazione che vengono istituiti presso vari ministeri.
12 marzo 1996: il Forum è ricevuto dal Presidente Scalfaro.
21 aprile: “Famiglia svegliati: si vota sulla tua testa!” è l’appello a elettori e candidati di tutti gli schieramenti perché il nuovo Parlamento lavori a favore della famiglia.

Dal 1997 il Forum apre un Tavolo permanente di confronto e dibattito sulle politiche familiari con una sessantina di deputati e senatori. Gli incontri si svolgono periodicamente per sollecitare l’attenzione su alcuni provvedimenti significativi.
1 Febbraio 1997: in una manifestazione a Firenze con Giuliano Amato, Antonio Baldassarre, Carlo Casini e Francesco D’Agostino, il Forum rilancia il dibattito sulla proposta di iniziativa popolare per il riconoscimento della capacità giuridica dell’embrione umano.
15 aprile: il Forum organizza a Roma un seminario di studio sul tema: “Una società sussidiaria: le associazioni familiari come soggetti di una nuova cittadinanza”. Il Forum lancia un appello perché la riforma del welfare si fondi sull’applicazione del principio di sussidiarietà.
25 ottobre: “Famiglia e scuola nel nuovo Stato sociale. Le associazioni familiari protagoniste delle riforme”. Con questo slogan, le famiglie scendono in piazza a Bologna per chiedere a governo e Parlamento di avere parte alla riforma del sistema scolastico, al progetto educativo dei ragazzi e alla vita della scuola. In questa occasione il Forum presenta un documento che propone i criteri di fondo ai quali ispirarsi per ogni azione nella scuola.
19 novembre: il Forum insieme a Nuovo Millennio e al Forum degli operatori sanitari presenta una proposta di legge sulla fecondazione assistita sottoscritta da parlamentari di diversi schieramenti.

Dal 1998 il Forum viene convocato da diverse Commissioni parlamentari su fisco, asili nido, scuola e fecondazione assistita.
15-16 gennaio 1998: in collaborazione con Pontificia Accademia per la vita e Forum degli operatori sanitari, viene organizzato a Roma un Convegno di studio su “Identità e Statuto dell’embrione umano”.
20 marzo: seminario su “Tempi del lavoro e tempi della famiglia”.
12 giugno: seminario sul tema delle convivenze ed unioni di fatto, affrontato dal punto di vista culturale, costituzionale e sociale.
27 giugno: udienza privata da S. Santità Giovanni Paolo II.
15 settembre: seminario su “Il lavoro familiare” a Roma.

12 maggio 1999: Seminario di studio e tavola rotonda con i ministri Livia Turco e Vincenzo Visco e Cgil, Cisl e Uil sul tema “Famiglia e fisco una questione aperta. A confronto con l’Europa”.
29 ottobre – 22 novembre: il Forum organizza in ogni regione convegni sul tema della procreazione medicalmente assistita.

16 febbraio 2000: il Forum incontra il presidente del Consiglio, D’Alema, il quale afferma che, su tutte le questioni che riguardano la famiglia, la consultazione del Forum “è dovuta”.
19 febbraio: per le elezioni amministrative, il Forum indice due Conferenze, a Bari e a Milano, su: “Regioni e famiglia. Quali politiche?”.
24 febbraio: audizione presso l’Authority per l’energia elettrica e il gas per richiedere l’introduzione di un tariffario più equo nei confronti delle famiglie che tenga conto del numero dei componenti.
5 maggio: seminario su “Fare famiglia oggi: vincoli e risorse” i cui orientamenti serviranno per elaborare proposte concrete in sede politica. Nella stessa giornata il Forum presenta il libro “Fuori e dentro casa. Lavoro e famiglia nella società di oggi”.
7 giugno: il Forum incontra il presidente del Consiglio Amato.
21 giugno: il Forum incontra il ministro delle Finanze Del Turco.
24 giugno: il Forum viene convocato dal governo per la presentazione del Dpef ed entra nel novero delle parti sociali che ogni anno vengono consultate su Dpef e Finanziaria.
27 giugno: il Forum è chiamato a far parte della Commissione del ministero della Pubblica istruzione per il riordino dei cicli scolastici.
29 novembre: il Forum presenta il documento “Per una riforma del sistema formativo italiano. La proposta delle associazioni familiari”.

1 marzo 2001: Il Forum esprime la propria soddisfazione per l’approvazione da parte della Camera della nuova legge sulle adozioni. Una legge alla quale il Forum ha lavorato con impegno e per la quale durante il dibattito alla Camera, è riuscito a svolgere un ruolo di cerniera tra la politica e la società e tra maggioranza ed opposizione.
10 aprile: presentazione del Manifesto politico “Una politica per la famiglia” inviato a tutti i candidati alle imminenti elezioni.
21 giugno: il Forum è ricevuto dal presidente della Camera Casini.
27 giugno: il Forum incontra i 250 parlamentari neo eletti che avevano sottoscritto il manifesto “Una politica per la famiglia”.
12 luglio: il Forum viene convocato dal governo per la presentazione del Dpef e, il 25 settembre, per la Finanziaria.
18-20 ottobre: Il Forum organizza insieme alla Commissione episcopale per la famiglia e la vita ed al Servizio nazionale per il progetto culturale il convegno di studi per i venti anni della Familiaris consortio “La famiglia soggetto sociale. Radici, sfide e progetti”.
20-21 ottobre: il Forum, durante l’incontro del S. Padre con le famiglie, lancia la campagna “Family for family” di sostegno a progetti di sviluppo nei Paesi dell’Est europeo. Il Papa, nel suo discorso in piazza San Pietro, apprezza l’iniziativa e il lavoro svolto dal Forum.
14 dicembre: il Forum partecipa agli Stati generali della scuola e contestualmente elabora un documento per la valorizzazione della soggettività delle famiglie nel sistema educativo e formativo.

15 maggio 2002: su iniziativa del Forum, per la prima volta, si celebra anche in Italia la Giornata internazionale della famiglia, proclamata dall’Onu. Viene organizzato insieme al ministero del Lavoro e delle politiche sociali e la Regione Lazio un convegno su “La famiglia: soggetto sociale e risorsa delle comunità”.
16 maggio: il Forum elabora un Manifesto per le amministrative.
19 giugno: il Forum è convocato per la presentazione del Dpef.
21 giugno: termina la prima fase della campagna “Family for family”. Grazie ai fondi raccolti, vengono realizzati 7 progetti di cooperazione internazionale in 5 Paesi dell’Est.
19 settembre: il Forum viene convocato dal ministro del Lavoro, Maroni, per l’elaborazione del Libro Bianco sul Welfare. Si apre un Tavolo permanente di consultazione col ministero.
20-21 settembre: il Forum organizza a Napoli un Seminario di spiritualità su “Dal noi coniugale al noi familiare e al noi associativo”. Eletti i nuovi vertici associativi.

16 gennaio 2003: il Forum viene inserito tra i membri della Commissione per le adozioni internazionali.
30 gennaio: la Corte Costituzionale dichiara inammissibile il referendum per l’abrogazione parziale della legge 62 sulla parità scolastica. Il Forum aveva costituito il Comitato per il no al referendum.
13 marzo: Il Forum partecipa al dibattito sulla delega per la riforma fiscale incontrando più volte ministri competenti e parlamentari dei diversi schieramenti. Tale impegno si concretizza con una risoluzione approvata dal Parlamento che impegna il governo a realizzare una politica familiare, specifica e articolata, a sostegno delle famiglie.
15 maggio: si celebra per la seconda volta la Giornata internazionale della famiglia. Innumerevoli gli eventi organizzati in tutta Italia: a livello nazionale si tiene, presso la Camera, il convegno “Famiglia sfida dell’Europa” con ministri e parlamentari italiani ed europei.

20 gennaio 2004: la Camera approva in via definitiva la legge sulla fecondazione artificiale, per la quale il Forum ha lavorato a lungo col Movimento per la vita ed il Forum degli operatori sanitari.
Il 2 maggio si tiene a Padova, nell’ambito di Civitas, il convegno “La famiglia crocevia delle politiche sociali europee” durante il quale viene presentato il Manifesto per le elezioni europee.
Il 15 maggio viene celebrata la Giornata internazionale della famiglia con un convegno organizzato dal Forum e dalla diocesi di Roma sul tema “Lavoro e progetti di vita”.
Il 7 giugno Forum e Comune di Parma sottoscrivono un protocollo d’intesa per l’avvio di un “Laboratorio per le politiche familiari”.
Dal 24 al 26 settembre si svolgono, ad Assisi, le Giornate di Spiritualità sul tema “Famiglia e associazione: legame e libertà”
Il 17 dicembre il Forum apre, a dieci anni dalla fondazione, la conferenza programmatica. I delegati vengono ricevuti dal Papa.

16 marzo 2005: Manifesto politico per le elezioni amministrative.
Il 14 maggio celebrata a Roma la XII Giornata internazionale della famiglia con un convegno dal tema “Famiglia e scelte di à”
Il 13 e 14 giugno si vota per il referendum sulla Fecondazione artificiale (legge 40). Il Forum si impegna dentro e fuori al Comitato Scienza&Vita ed esprime soddisfazione per il risultato raggiunto.
Il 28 luglio, in un incontro col ministro Moratti, viene costituito un tavolo tecnico per studiare forme di cooperazione scuola-famiglie.
14 novembre: presentata la proposta di riforma dei Consultori.

Gennaio 2006: il Forum esprime soddisfazione per l’approvazione, in conclusione di legislatura, della legge contro la pedo-pornografia via internet e di quella sull’affido condiviso.
Viene presentato il Manifesto in vista delle elezioni politiche che verrà poi sottoscritto da oltre 1200 candidati a Camera e Senato dei quali 110 risulteranno eletti. Il Manifesto viene adottato anche dai Forum regionali interessati dalle successive elezioni amministrative.
Il 12 maggio, insieme all’Osservatorio nazionale sulla famiglie, viene organizzato presso la sede del Cnel il convegno “Famiglia, quanto mi costi?! Fare famiglia, scelta responsabile e… costosa” in occasione della XIII Giornata internazionale della Famiglia. Viene presentata la ricerca sul welfare familiare realizzato dagli Enti locali.
Il 16 maggio il Forum invia un messaggio al nuovo Capo dello Stato, Napolitano, per congratularsi dell’elezione, e per ringraziarlo delle parole espresse al Parlamento sul ruolo centrale della famiglia.
15 luglio: Il Forum rinnova i propri vertici.
Dal 6 all’ 8 ottobre si tengono a Loreto le Giornate di spiritualità

20 gennaio 2007: l’assemblea del Forum approva il documento “Sì alla famiglia, la vera priorità sociale”.
9-11 febbraio. Il Forum insieme alle Commissioni episcopali per il lavoro e per la famiglia, organizza il convegno “Un lavoro a misura di famiglia: quali vie di ri-conciliazione”.
23 marzo: Si svolge a Parma il Convegno “Vivere da famiglia nella città di oggi”, organizzato nel quadro del “Laboratorio per le politiche familiari”, promosso in collaborazione con il Forum delle associazioni familiari e l’associazionismo familiare locale.
12 maggio: il Forum insieme alle associazioni, i movimenti e le nuove realtà ecclesiali promuove il Family day, una manifestazione nazionale aperta a tutti i cittadini italiani che condividono i principi espressi nel Manifesto “Più famiglia”. Alla manifestazione in piazza San Giovanni partecipano un milione di persone.
Dal 24 al 26 maggio si svolge a Firenze la Conferenza nazionale sulla famiglia a cui il Forum presenta una serie di proposte sui vari temi che incrociano la vita delle famiglie. Niente viene recepito, ma del resto è l’intera Conferenza che rimane lettera morta.
16 giugno: l’assemblea delibera l’ammissione di dieci nuove associazioni che porta il totale a 50.
20 luglio: il presidente della Commissione Giustizia del Senato, Cesare Salvi, incontra la presidenza nazionale del Forum, dopo aver presentato il testo base sui ‘Cus’. Dopo l’incontro l’iter legislativo del provvedimento si ferma.
21 settembre: il ministro delle Politiche per la famiglia, Rosy Bindi, incontra la Presidenza nazionale del Forum.
24 ottobre: viene presentata alla stampa ed ai politici la duplice mobilitazione di raccolta di firme per richiedere un fisco più giusto e vere leggi regionali sulla famiglia.

Il 21 febbraio 2008 viene inviato a tutti i candidati premier un documento che, partendo dal riconoscimento della soggettività sociale della famiglia fondata sul matrimonio e dall’impegno alla tutela della vita dal concepimento al termine naturale, avanza due richieste sul fisco a misura di famiglia e sulla libertà di scelta educativa.
Il 15 maggio, in occasione della XV Giornata internazionale della famiglia, il Forum organizza il convegno “L’alleanza per la famiglia in Europa. L’associazionismo protagonista”, al quale partecipano diversi politici e rappresentanti delle Istituzioni italiane ed europee. In tale occasionevengono assegnati i premi “.Santolini” per tesi di laurea sulle tematiche familliari
Come prologo al convegno le famiglie si sono ritrovate in piazza del Quirinale, per consegnare al Capo dello Stato le firme raccolte sulla petizione “Per un fisco a misura di famiglia”.
L’11 settembre il Forum incontra il sottosegretario alla famiglia Carlo Giovanardi, che fa proprie le priorità del Forum.
Il 15 ottobre il Forum incontra il ministro Rotondi.
Il 16 ottobre il Forum è ricevuto dal Capo dello Stato, al quale il presidente Giacobbe esprime la gratitudine per aver “più volte manifestato l’attenzione verso la famiglia italiana”, oltre che per l’attenzione che ha voluto rivolgere alla petizione Per un fisco a misura di famiglia

14-18 gennaio 2009: Il Forum partecipa con una propria delegazione al VI Incontro mondiale delle famiglie a Città del Messico.
il 21 febbraio si svolge il seminario “Le famiglie nella scuola italiana a 10 anni dall’autonomia”, nel corso del quale il Forum presenta il documento “Per una scuola di qualità” come contributo al dibattito sulla riforma della scuola in Italia.
15 maggio: in occasione della XVI Giornata internazionale della famiglia il Forum organizza un evento nazionale, il Convegno “Famiglia e federalismo fiscale: la sfida della sussidiarietà”, accompagnato e preceduto da sei eventi locali a Milano, Bologna, Venezia, Genova, Palermo, Bari.
Il 4 luglio si svolge l’assemblea per il rinnovo degli organi associativi del Forum che porta all’elezione del Presidente Francesco Belletti.
25 luglio-2 agosto: seconda edizione del Fiuggi Family Festival, unico evento cinematografico in Italia pensato per le famiglie, con la collaborazione del Forum.
Ottobre: adesione del Forum al Progetto europeo Family Platform, che intende fare il punto sullo stato delle politiche familiari e indicare quali siano le azioni da intraprendere a livello di politiche familiari europee nel biennio 2012-2013.
Dal 18 al 20 novembre il Forum partecipa alla Conferenza nazionale sull’infanzia e l’adolescenza di Napoli. In particolare il nostro intervento viene svolto in relazione alla Convenzione sui diritti del fanciullo.
27 novembre: firmato a Parma un Protocollo tra quattro città europee (in rappresentanza, oltre che dell’Italia, di Svezia, Ungheria e Bulgaria), per la creazione in Europa di una rete di città a misura di famiglia.

Febbraio-marzo 2010: viene presentato e fatto sottoscrivere da 400 candidati e 24 aspiranti governatori il Manifesto politico per le elezioni regionali, contenente le seguenti priorità: una legge per la famiglia, l’avvio della valutazione di impatto familiare dei nuovi provvedimenti legislativi, il presidio della riforma del federalismo fiscale per un fisco a misura di famiglia, il sostegno alla tenuta delle relazioni familiari.
15 maggio: in occasione della XVII Giornata internazionale della famiglia, il Forum organizza il convegno “Famiglia a colori: il futuro dell’Italia è interculturale”, che intende affermare la interculturalità come valore e la dimensione familiare – per le famiglie dei migranti e per quelle del Paese ospitante – come luogo privilegiato di incontro pacifico.
Dal 18 al 22 giugno, in collaborazione con l’Ufficio nazionale per la pastorale della famiglia e l’Ufficio nazionale per i problemi sociali e lavoro della Conferenza episcopale italiana, il Forum organizza a Senigallia la Settimana estiva sul tema Famiglia e impegno politico e sociale.
Ottobre: viene presentato il Fattore famiglia, la nuova proposta di riforma del sistema fiscale che consente di andare oltre il quoziente familiare, trattandosi di un coefficiente che tiene conto del numero delle persone a carico e della situazione oggettiva della famiglia. E sia in Parlamento che tra le organizzazioni sindacali il forum ottiene unanimità di consensi.
20 Ottobre: si svolge a roma il convegno nazionale “La centralità della famiglia: contrattazione sociale e riforma fiscale” organizzato insieme alla Cisl.

Nel novembre del 2010 si svolge a Milano la II Conferenza nazionale della Famiglia promossa dal governo. Il Forum è co-protagonista dell’evento e presenta un suo pacchetto di proposte. Vengono in particolare
presentati i punti ritenuti qualificanti sulla Riforma dei Consultori e la riforma fiscale FattoreFamiglia sulla quale già  sono stati raccolti ampi consensi fra le istituzioni, i sindacati e gli altri soggetti
di società civile. Le proposte raccolte durante i lavori vengono recepite come parte integrante del Piano nazionale della Famiglia. Il Piano verrà approvato solo nel giugno 2012.

Il 2011 vede l’inizio di una nuova modalità  di presenza nelle piazze. Una modalità  che vede le famiglie presenti con momenti di festa, svago ma anche di riflessione culturale e politica attorno ai temi di
attualità . Il primo anno l’iniziativa prende il nome di Tobia ed è svolta in quindici piazze. Nei due anni successivi l’iniziativa è continuata in forme diverse e spesso condivisa con le istituzioni locali.

Il VII Incontro Mondiale delle Famiglie di Milano del 2012 ha assorbito l’impegno del Forum e delle sue associazioni fra fine maggio e inizio giugno che ha visto Milano come centro della cristianità  e della famiglia.

Il 20 ottobre 2010 si svolge a Roma il convegno nazionale “La centralità  della famiglia: contrattazione sociale e riforma fiscale” organizzato insieme alla Cisl. In tale occasione il Forum presenta il FattoreFamiglia, la nuova proposta di riforma del sistema fiscale che consente di superare le criticità  del quoziente familiare, tiene conto del numero delle persone a carico e della situazione oggettiva della famiglia. E sia in Parlamento che tra le organizzazioni sindacali il Forum ottiene unanimità  di consensi.

A novembre dello stesso anno il documento viene presentato anche nell’ambito della Conferenza nazionale della famiglia di Milano.

Il 30 ottobre 2012 con un evento unico nel suo genere, “Territori e Welfare familiare“, il Forum ha effettuato una ricerca sulla produzione legislativa e amministrativa delle Regioni, a metà  legislatura, in materia di politiche familiari per verificare in che
misura le politiche familiari suggerite dal Forum sono state effettivamente poste in essere dagli eletti avviando così il percorso per fare delle Regioni Istituzioni family friendly.
Il consolidamento del rapporto tra Forum e Istituzioni si riconferma nel 2013: cinquantadue dei quattrocento candidati che avevano sottoscritto la Piattaforma elettorale del Forum sono infatti entrati in Parlamento, 34 alla Camera e 18 al Senato.

Nel 2012 la commissione Mass Media del Forum ha elaborato un documento sull’assetto dei mass media in Italia e sull’ordinamento che regola la materia.

Il Forum ha svolto un ruolo di primo piano nell 47ma Settimana sociale della Chiesa Cattolica, svoltasi a Torino dal 12 al 15 settembre 2013. Ai partecipanti alla Settimana, il Forum ha offerto un ampio contributo
dal titolo “Ciò che è bene per la famiglia è bene per il Paese” elaborato con la collaborazione delle associazioni del Forum.

Il Forum e’ stato da subito in prima linea nella creazione del comitato organizzativo di UnoDINoi, mobilitazione europea per ottenere dalle Istituzioni comunitarie il riconoscimento formale del bambino non ancora nato come titolare dei diritti
umani. La campagna si e’ conclusa nel novembre 2013 con 1.721.509 firme raccolte.

Le elezioni europee del 2014 sono invece occasione per il Forum delle associazioni familiari e per la FAFCE (Federazione europea delle associazioni familiari), di cui il Forum fa parte, di lanciare una campagna basata su un manifesto comune a tutti i
Paesi Ue per costruire e promuovere le politiche familiari e consentire cosi’ alle famiglie di riprendersi l’Europa.

Il 10 maggio 2014 le associazioni hanno partecipato a “La Chiesa per la scuola” in piazza San Pietro ed alla grande veglia di preghiera in piazza San Pietro per l’apertura del Sinodo.

…e l’impegno per la famiglia continua